1) Il metodo del digiuno intermittente

Il digiuno intermittente è una forma di alimentazione basata sulla natura dell’uomo. I nostri antenati non avevano pasti fissi come colazione, pranzo e cena.

Siamo geneticamente programmati per resistere anche per periodi più lunghi senza mangiare. E non solo questo: il nostro corpo e la nostra salute traggono molto beneficio da questa pausa dal cibo.

Con il digiuno intermittente rinunci al cibo più volte alla settimana per un periodo di tempo limitato e concedi al tuo corpo una pausa.

Questa pausa stimola nel tuo corpo i processi che ti aiutano a perdere peso, rafforzare la tua salute e aumentare il tuo benessere.

In linea di principio, ogni adulto può digiunare. Sono escluse le donne incinte e che allattano, poiché il loro corpo ha bisogni speciali.

I seguenti gruppi di persone dovrebbero consultare il proprio medico prima di iniziare il digiuno intermittente:

  • persone con malattie croniche (incluso diabete di tipo 1 e 2; malattie del fegato, dei reni o del cuore, gotta, ecc.)
  • persone che assumono regolarmente farmaci
  • persone con un disturbo alimentare presente o passato e persone sottopeso

Esistono molti tipi diversi di digiuno, i più conosciuti sono

  • 16-8: digiuni 16 ore e mangi nell’arco temporale di 8 ore
  • 5-2: digiuni due giorni non consecutivi alla settimana
  • 10in2 o digiuno alternato: un giorno digiuni, un giorno mangi normalmente, un giorno digiuni ecc.
  • OMAD (One Meal A Day): fai solo un pasto al giorno

BodyFast ti aiuta a trovare il tipo di digiuno più adatto a te e offre molta varietà nella quotidianità del digiuno.

Il digiuno intermittente migliora la tua salute.

  • Il digiuno ha un effetto positivo sui livelli di zucchero nel sangue e di insulina, sui livelli di colesterolo LDL e sulla pressione sanguigna.
  • Il rischio di sviluppare malattie neurodegenerative come l’Alzheimer e il Parkinson è ridotto!

Il digiuno aiuta a ridurre il peso.

  • Viene stimolata la combustione dei grassi.
  • I pasti vengono risparmiati.

Le tue prestazioni e il tuo benessere aumentano.

  • Le prestazioni di memoria del cervello migliorano.
  • Il digiuno rallenta anche il processo di invecchiamento riciclando le cellule vecchie e morte.

Leggi di più qui.

Durante il periodo di digiuno, salti occasionalmente pasti che non vengono recuperati durante i pasti.

Avrai automaticamente un deficit calorico e brucerai anche i grassi attraverso i processi avviati dal digiuno intermittente.

A differenza delle diete convenzionali, il digiuno intermittente non ha regole su cosa dovresti e non dovresti mangiare. Il digiuno intermittente si adatta alla tua vita, non il contrario!

In questo modo crei nuove abitudini passo dopo passo, in modo sano e sostenibile.

A differenza delle diete convenzionali, il digiuno intermittente non ha regole su cosa dovresti e non dovresti mangiare. Il digiuno intermittente si adatta alla tua vita, non il contrario!

In questo modo crei nuove abitudini passo dopo passo, in modo sano e sostenibile.

Il digiuno intermittente è uno stile di vita. Puoi mantenerlo per tutto il tempo che vuoi, anche quando hai raggiunto il peso desiderato.

Con il digiuno intermittente fai sempre qualcosa di buono per la tua salute.

Nel digiuno intermittente conta solo il momento in cui mangi.

Può quindi essere facilmente combinato con altre diete come diete vegetariane, vegane o chetogeniche.

2) La tua prima settimana di digiuno

Con piani settimanali, promemoria e le tue statistiche, ottieni la struttura e la varietà di cui hai bisogno e monitori i tuoi progressi.

L’app ti motiva ed è la tua accompagnatrice sulla strada per uno stile di vita sano e sostenibile.

Se sei un principiante, ti consigliamo di iniziare il programma di coaching consigliato o di iniziare con un piano facile come 14-10 o 16-8.

In questo modo il tuo corpo si abitua al digiuno e getti le basi per il tuo successo.

Dopo 2-3 settimane puoi modificare il tuo piano o lasciare che il Coach scelga il piano migliore per te.

Non c’è una regola fissa. Molti trovano più facile saltare la colazione.

Ma ognuno è diverso. Programma i digiuni in base al tuo stile di vita.

Soprattutto all’inizio è importante che tu non ti renda le cose difficili e che tu possa attenerti al tuo piano. Puoi affrontare nuove sfide in seguito.

Naturalmente, una dieta sana ti aiuta a raggiungere i tuoi obiettivi. Ma nel digiuno intermittente conta principalmente il tempo.

Già la sola pausa consapevole dal cibo è un grande cambiamento che mette molto in moto e crea nuove abitudini sane.

Fai un passo alla volta e ascolta sempre il tuo corpo.

  1. Segui il programma consigliato dal Coach o scegli tu stesso un inizio tranquillo, ad esempio 14-10 o 16-8.
  2. Mangia in modo nutriente e bevi a sufficienza (min. 2,5 litri al giorno).
  3. Misura la circonferenza del tuo corpo oltre al peso.
  4. Mantieni basso il livello di stress, cura l’equilibrio e il relax.
  5. Sii paziente e non guardare gli altri. Ogni corpo è diverso.

Non necessariamente! Il digiuno rappresenta inizialmente uno stress insolito per il corpo. Se vuoi troppo e troppo velocemente, può bloccare.

Aumenta gradualmente per beneficiare in modo permanente dei numerosi effetti positivi del digiuno intermittente.

Ha senso cambiare di tanto in tanto i periodi di digiuno per mantenere attivo il metabolismo.

Anche la tua salute e la tua forma ne trarranno beneficio. Puoi anche testare altri metodi di digiuno per te stesso.

Questo è esattamente ciò che il coach BodyFast fa per te e ti guida in questo modo efficacemente verso il tuo obiettivo.

Ciò può variare notevolmente da persona a persona. Il peso corporeo è influenzato da molti fattori, in particolare la quantità di acqua nel corpo.

Sii paziente e dai al tuo corpo il tempo necessario per apportare i cambiamenti. Una perdita di peso sana e sostenibile è di circa 0,5-1 kg a settimana.

Anche le fluttuazioni sono del tutto normali e fanno parte del tuo viaggio.

Alcune persone inizialmente perdono peso, altre ne prendono un po’. Questi sono principalmente cambiamenti nel bilancio idrico, non aumento/perdita del grasso.

Sii paziente, non paragonarti agli altri e non mollare. I successi arriveranno!

Pesati max. 1 volta a settimana alla stessa ora del giorno e nelle stesse condizioni, preferibilmente al mattino e a stomaco vuoto.

Le fluttuazioni a breve termine del peso corporeo sono dovute al bilancio idrico. È importante che la tendenza sia la diminuzione.

Prendi anche le misure del tuo corpo 1-2 volte al mese, in modo da poter osservare con più precisione i tuoi progressi.

Il digiuno intermittente non è una dieta temporanea! Con il digiuno intermittente concedi una pausa al tuo corpo e fai qualcosa di buono per lui.

Ti invitiamo a lavorare con il tuo corpo, non contro di esso. Non stressarti inutilmente.

Di solito il tuo corpo impiega 2-3 settimane per adattarsi e abituarsi al digiuno.

Dipende anche da come definisci il successo. Non pensare solo in numeri! Presta attenzione anche ai piccoli cambiamenti che provi fisicamente, mentalmente ed emotivamente.

3) Durante il digiuno

Durante il tuo periodo di digiuno non mangi niente, ma bevi abbastanza liquidi.

Sono ammessi acqua (naturale o gassata), tè (tisane non aromatizzate) e caffè (nero) senza additivi.

Sì, puoi farlo. Ma fai attenzione a non spremere o mangiare i frutti. Così rimani in modalità di digiuno.

Ogni cambiamento è difficile inizialmente. Prova diverse varietà di caffè o ad aggiungere un goccio d’acqua nel caffè.

Oppure goditi il tuo caffellatte durante la finestra alimentare, che sia con il latte o con alternative vegetali.

Consigliamo di non assumere calorie anche in periodi di digiuno più lunghi. Il corpo ce la fa!

Se all’inizio non funziona, tra i piccoli pasti dovrebbero comunque trascorrere almeno 14-16h.

No, interrompono tutti il digiuno.

Un obiettivo del digiuno intermittente è concedere al corpo una pausa completa dal continuo apporto alimentare.

No, i dolcificanti possono provocare fame, influenzare i livelli di insulina e interrompere il tuo digiuno anche senza calorie.

Indipendentemente che siano naturali (p.es stevia) o artificiali (p. es. aspartame).

Solo nella finestra alimentare, poiché contiene fruttosio.

In ogni caso, in genere consumi l’aceto di mele insieme con gli alimenti.

Se sono prescritti dal medico, possono essere assunti eccezionalmente secondo le indicazioni.

Altrimenti consigliamo l’assunzione durante la finestra alimentare, per non interrompere il digiuno.

I frullati possono essere bevuti soltanto durante la finestra alimentare.

Preferibilmente fai un allenamento alla fine del periodo di digiuno e bevi quindi il tuo frullato.

No, anche le gomme da masticare senza zuccheri possono provocare una reazione insulinica e interrompere il digiuno.

Inoltre, la gomma da masticare avvia i processi digestivi come la produzione di acido gastrico e aumenta la fame.

Anche la più piccola quantità di cibo può interrompere il digiuno.

Mancano studi sulle 30-50 calorie spesso citate che dovrebbero essere consumate durante il digiuno.

Se vuoi essere sicuro, evitalo.

Si intende l’assunzione di una piccola quantità di cibo (es. latte nel caffè) durante il periodo di digiuno.

In generale, il digiuno sporco non è digiuno. Se vuoi davvero digiunare e beneficiare degli effetti positivi, non fare eccezioni.

4) Alimentazione

Il digiuno intermittente non di indica cosa mangiare e cosa no. Chiediti invece quali cose salutari puoi aggiungere ai tuoi pasti.

Ecco alcuni consigli generali:

  • Mangia cibi freschi e non trasformati.
  • Mangia cibi ricchi di fibre come verdure e cereali integrali.
  • Mangia poco zucchero e dolcificanti.
  • Mangia cibi ad alto contenuto proteico come carne, pesce, uova, latticini o prodotti a base di soia, noci e legumi.

L’effetto dimagrante è dovuto principalmente al passaggio alla combustione dei grassi durante il digiuno.

Tuttavia, sicuramente puoi ottimizzare i tuoi progressi se eviti in gran parte cibi zuccherati e altamente trasformati.

Con il digiuno intermittente non è necessario contare le calorie per perdere peso.

Gli studi dimostrano che il tasso di errore nel calcolo delle calorie è fino al 25%. Una determinazione esatta del fabbisogno e del consumo calorico non è possibile nemmeno con libri e app.

Mangia porzioni moderate e riduci cibi malsani e fast food ad alto contenuto di zucchero.

Con il digiuno intermittente, salti consapevolmente i pasti, incappi automaticamente in un deficit calorico e perdi peso.

Non ci sono regole per i pasti. Sei libero di scegliere quando mangiare. Presta attenzione alla tua fame naturale e al tuo corpo.

Decidi tu quanti pasti mangiare. Fondamentalmente ti consigliamo di mantenere il tuo ritmo naturale.

Mangiare sano non deve essere una scienza.

Ecco una guida per porzioni adeguate e abitudini alimentari più intuitive:

  • Per ogni pasto, mangia una porzione di alimenti proteici (carne, uova, latticini, legumi, ecc.) grande quanto un palmo della mano e una porzione di verdure grande quanto un pugno.
  • Aggiungi una porzione grande quanto un pollice di cibi grassi (come burro, olio e noci).
  • Una manciata di carboidrati (pasta, riso, frutta) sono ideali come integratore.

Queste indicazioni si applicano alle donne, mentre per gli uomini la quantità raddoppia.

Ovviamente puoi adattare la composizione alla tua dieta (es. basso contenuto di carboidrati) e alle tue esigenze.

Si consiglia un pasto leggero e con poco zucchero, soprattutto dopo lunghi periodi di digiuno (>24h).

Frutta, verdura, carne magra, pesce, frullati, brodo, zuppa, ecc. fanno star bene la maggior parte delle persone. Prova cose diverse per trovare quella giusta per te.

Gli studi consigliano 30-40 ml di liquido per chilogrammo di peso corporeo. Con l’attività fisica e le alte temperature ecc. può aumentare.

Per determinare la quantità d’acqua ideale, utilizza il rilevatore d’acqua nell’app. Puoi trovarlo nelle statistiche.

Il digiuno intermittente funziona anche senza ricette speciali e piani nutrizionali.

Per idee e suggerimenti puoi scambiare idee con altri BodyFasteri nel nostro gruppo Facebook.

Sì! La particolarità del digiuno intermittente è che puoi combinarlo con qualsiasi dieta.

5) Problemi nel digiuno

Soprattutto all’inizio del tuo viaggio di digiuno, potresti sentirti affamato. È del tutto normale, perché al giorno d’oggi il nostro corpo è abituato a procurarsi cibo continuamente.

Con il digiuno intermittente impari a sentire la fame naturale. Dai al tuo corpo il tempo di adattarsi. Presto la sensazione di fame non sarà più spiacevole.

Per il momento, ad esempio, ti può aiutare bere un grande bicchiere d’acqua e qualsiasi forma di distrazione come leggere un libro, fare una passeggiata o guardare un film.

Il più delle volte non si tratta di una fame fisica reale, ma è la nostra testa a farci uno scherzo.

Bevi immediatamente un grande bicchiere d’acqua. Distraiti. Leggi qualcosa, fai una passeggiata o guarda un film appassionante.

La fame arriva a ondate e dopo poco tempo si placa di nuovo. La perseveranza è il motto! Assicurati di mangiare cibi sani durante i pasti e limita l’assunzione di zuccheri.

Questo previene anche gli attacchi di fame.

Presta attenzione al tuo corpo. Il digiuno è ovviamente poco familiare all’inizio.

Se è solo dovuto al cambiamento, prova a superare la settimana e poi valuta. Se è dovuto ad altri motivi fisici, prenditi una pausa e parla con un medico se necessario.

Ricomincia quando te la senti.

Può sempre succedere di non rispettare il periodo di digiuno. Nessun problema! Ricomincia e fai meglio la prossima volta.

Assicurati di bere abbastanza. Spesso aiuta un pizzico di sale sciolto in acqua. Così fornisci al tuo corpo elettroliti importanti.

Bevi una tazza di tè (p. es. camomilla).

Ad alcune persone, per il bruciore di stomaco aiuta sciogliere un cucchiaino (3,5 g) di bicarbonato di sodio in 250 ml di acqua e berlo durante il digiuno.

Assicurati di bere abbastanza. A volte aiuta anche bere un bicchiere d’acqua con un pizzico di sale. Così fornisci al tuo corpo elettroliti importanti.

Se non migliora, mangia qualcosa e continua come al solito da domani.

Riduci le bevande che contengono caffeina e, ad esempio, bevi il tuo ultimo caffè al massimo entro le 15:00.

Mantieni una buona igiene del sonno come una temperatura fresca in camera da letto e spegni tutti i dispositivi (smartphone, PC, TV) almeno un’ora prima di andare a letto.

Se la fame ti impedisce di dormire, assicurati di seguire una dieta ricca di proteine durante l’ultimo pasto. Questo ti mantiene sazio più a lungo.

Bere molti liquidi favorisce l’eliminazione delle tossine nelle urine e allo stesso tempo idrata il cavo orale.

Le tisane (ad es. finocchio, anice o salvia) favoriscono un alito piacevole. Anche uno spray per la gola può aiutare.

  • Bevi un grande bicchiere d’acqua a stomaco vuoto.
  • I semi di lino o le bucce di psillio (2-3 cucchiaini ciascuno) con abbondante acqua sono spesso rimedi rapidi.
  • Mangia cibi ricchi di fibre.
  • Fai esercizio regolarmente.

Le fluttuazioni del peso a breve termine sono correlate al bilancio idrico del corpo.

Ciò è influenzato, ad esempio, dal consumo di sale e caffeina, dall’assunzione di carboidrati, dall’attività fisica, dallo stress, dall’ora del giorno e dal ciclo mestruale.

Prendi anche le misure del tuo corpo e salvale nell’app! In questo modo tieni d’occhio i tuoi progressi con più precisione!

Anche se il tuo peso rimane lo stesso, non significa che il tuo corpo non cambia. Pertanto, prendi regolarmente le misure del tuo corpo.

Se digiuni con un piano da molto tempo, provane un altro per impostare nuovi stimoli.

Assicurati assolutamente di bere abbastanza. Sii paziente e fai esercizio regolarmente.

Sii consapevole del perché hai iniziato a digiunare. Pensa ai tuoi obiettivi. Ti aiuterà a non mollare.

  • Se sei annoiato, svolgi attività che ti distraggono, come leggere un libro o fare una passeggiata.
  • Sei un mangiatore per frustrazione? Non lasciare spazio ai tuoi pensieri negativi e fai cose che ti danno piacere e ti caricano positivamente.

Noterai rapidamente che il digiuno intermittente ti aiuta a resistere agli impulsi alimentari interrompendo il comportamento inconscio.

Se hai un deficit calorico eccessivo, il tuo metabolismo può adattarsi e bruci meno energia. In questo caso, meno non è più!

Piuttosto, presta attenzione a una composizione sana dei tuoi pasti e alla qualità del cibo per rifornire in modo ottimale il tuo corpo. Dai al tuo corpo i nutrienti di cui ha bisogno.

Lo sostieni anche con l’esercizio e lo sport.

Ad esempio, puoi spostare o ridurre il periodo di digiuno nel Pianificatore. Quindi continua con il tuo programma settimanale come al solito.

Risparmia le energie di convincere gli altri del tuo percorso. Circondati di persone che seguono un percorso simile e/o ti supportano.

Unisciti al nostro gruppo Facebook e scambia idee con altri BodyFasteri.

Posticipa i periodi di digiuno in base alle tue esigenze. Puoi anche scegliere tra molti piani diversi.

6) Salute

BodyFast è fondamentalmente adatto a ogni adulto, ad eccezione delle donne in gravidanza o che allattano.

I malati cronici o acuti dovrebbero consultare il proprio medico prima di iniziare il digiuno.

Si prega di prendere sempre i farmaci e gli integratori come indicato dal medico. Ciò ha priorità assoluta!

Il digiuno intermittente non è raccomandato alle donne incinte o che allattano senza consultare un medico!

Madre e bambino hanno bisogni speciali durante questo periodo.

Il digiuno intermittente avvia molti processi nel corpo:

  • Dopo circa 8-12 ore di digiuno, il corpo inizia a trarre principalmente energia dal grasso corporeo. Inoltre, il livello di zucchero nel sangue scende e con esso la produzione di insulina.
  • Se il livello di zucchero nel sangue è basso, il corpo può bruciare il grasso corporeo molto meglio. Anche altri ormoni responsabili della combustione dei grassi sono in piena azione durante il digiuno.
  • Dopo circa 12-16 ore di digiuno, inizia l’autofagia. È una sorta di smaltimento dei rifiuti cellulari nel corpo. Il corpo crea nuove cellule ed elimina le cellule malate e morte. Le cellule senza non funzionanti vengono poi convertite in energia.

Il termine “autofagia” è composto dalle parole greche “sé” (auto) e “mangiare” (phagein) e indica il rinnovamento di cellule vecchie.

Con l’autofagia, il corpo utilizza cellule vecchie, danneggiate e non più utilizzabili, per costruire da esse cellule nuove e sane. L’autofagia è una sorta di raccolta dei rifiuti e impianto di riciclaggio del corpo.

Nel 2016, il giapponese Yoshinori Ohsumi ha ricevuto un premio Nobel per le sue ricerche sull’autofagia.

Sì! Dopo che il corpo ha esaurito il glucosio dal cibo e le riserve di glicogeno del fegato, utilizza i depositi di grasso come fonte primaria di energia.

Il digiuno intermittente inizialmente rappresenta uno stress insolito per il corpo. A volte reagisce di conseguenza: ad esempio, possono verificarsi mal di testa, nausea, problemi circolatori e del sonno.

Tali sintomi di solito scompaiono dopo breve tempo. È importante bere molto! A volte aiuta anche a sciogliere ¼ di cucchiaino di sale marino in un bicchiere d’acqua e berlo.

Se i sintomi non migliorano notevolmente, consulta il medico.

I malati cronici dovrebbero consultare un medico prima di iniziare il digiuno per determinare se e in che misura possono fare il digiuno intermittente.

In caso contrario, vale quanto segue: hai raffreddore, influenza o simili? Allora smetti di digiunare o segui un programma facile se te la senti.

Quando sei tornato in forze, ricomincia con calma.

Sempre più studi confermano: il digiuno intermittente mantiene e migliora la salute, può prevenire malattie o avere un effetto positivo sulle malattie croniche.

  • Il digiuno regolare riduce il grasso corporeo e i processi infiammatori e migliora valori come la pressione sanguigna, la glicemia, i livelli di insulina e colesterolo.
  • Il processo di invecchiamento viene rallentato. Il digiuno intermittente riduce quindi il rischio di malattie cardiovascolari o malattie croniche.
  • Dopo aver consultato un medico, può aiutare il trattamento di allergie, ipertensione, artrite reumatoide e molti altri.

Ulteriori informazioni e link qui.

A differenza del digiuno terapeutico, la durata massima di un periodo di digiuno per il digiuno intermittente è di 72 ore. Il digiuno intermittente non è una cura, ma dovrebbe entrare a far parte della tua vita quotidiana.

Periodi di digiuno molto lunghi dovrebbero essere informati ed effettuati solo su consiglio del medico. Inoltre devono essere considerati aspetti aggiuntivi, come la quantità di acqua consumata, l’assunzione di elettroliti, la flora intestinale e molto altro ancora.

Il digiuno intermittente ha spesso un effetto diverso sulle donne a causa di fattori ormonali.

Soprattutto periodi di digiuno più lunghi (>1 giorno) possono portare a uno squilibrio ormonale, poiché aumentano gli ormoni dello stress. Ciò vale soprattutto se il corpo non è ancora abituato al digiuno.

Se tu, come donna, noti sintomi come perdita di capelli, sbalzi d’umore, problemi di sonno o irregolarità nel tuo ciclo, riduci l’intensità del digiuno e consulta il tuo ginecologo.

Sì, studi scientifici a lungo termine sugli esseri umani lo confermano!

  • Le tue cellule diventano più resistenti allo stress e agli agenti patogeni.
  • Il digiuno intermittente stimola la formazione di cellule immunitarie e agisce come un riavvio del sistema immunitario.
  • L’autofagia combatte le cellule malate e che causano malattie, purifica e disintossica il corpo e quindi supporta la rigenerazione.

Studi scientifici suggeriscono che il digiuno intermittente rallenta il processo di invecchiamento.

Il digiuno riduce i danni cellulari e favorisce la loro rigenerazione. Una migliore salute e prevenzione delle malattie contribuiscono a una migliore qualità della vita e ad un’aspettativa di vita più lunga.

Il digiuno intermittente non influisce solo sul tuo corpo, ma anche sul tuo benessere mentale. Più energia, chiarezza mentale e maggiore consapevolezza del corpo sono spesso descritti come effetti positivi.

Con il digiuno intermittente conosci meglio te stesso e le tue esigenze. Inoltre hai più riposo e tempo per te stesso!

Sì, puoi persino usarlo per supportare il tuo digiuno!

Otterrai il massimo effetto se svolgi la sessione di allenamento alla fine del periodo di digiuno. In tale momento la secrezione dell’ormone della crescita è maggiore ed è l’ideale per costruire e mantenere i muscoli e bruciare i grassi.

Ascolta il tuo corpo e, se necessario, regola l’intensità dell’allenamento al tuo livello di energia.

È normale che sessioni di resistenza più lunghe portino a una diminuzione delle prestazioni. Ciò è dovuto, tra le altre cose, al fatto che il corpo deve prima imparare a fornire energia attraverso il grasso corporeo.

Le sessioni di forza brevi e intense di solito non sono un problema e possono essere eseguite normalmente.

In ogni caso, ascolta il tuo corpo e assicurati di bere abbastanza!

7) Funzioni dell’app

L’app ti accompagna verso i tuoi obiettivi personali, più salute e benessere.

Con piani settimanali, promemoria e le tue statistiche, ottieni struttura e varietà e monitori i tuoi progressi.

In questo modo crei abitudini nuove e sane in modo naturale, senza dieta e divieti.

Nella versione gratuita dell’app hai più di 10 piani di digiuno, un timer di digiuno con promemoria e un’area per le tue statistiche incluso un rilevatore d’acqua.

Puoi abbonarti al Coach per progetti personali, sfide e motivazione quotidiana.

L’8° e ultimo giorno del tuo piano di digiuno finisci la settimana e pianifichi e inizi quella nuova. In questo modo non ci sono lacune.

In linea di principio, puoi adattare i tempi di digiuno. Innanzitutto è importante la lunghezza, non il tempo.

Tuttavia, ti consigliamo di attenerti al piano il più fedelmente possibile. La continuità è un fattore importante per il tuo successo.

Naturalmente, è possibile se ci sono ragioni importanti per farlo.

Ma ricorda: la perseveranza vale la pena e di solito ti conduce al tuo obiettivo.

La Sfida di 25 settimane è un ulteriore incentivo. Cerca di non lasciare che gli intervalli tra le settimane di digiuno diventino troppo lunghi per non perdere i tuoi progressi.

Per ogni settimana di digiuno completata con successo, riceverai un cuore, ovvero un giorno di pianificazione bonus. Ogni giorno che sei senza un piano di digiuno in corso, perdi un cuore. Cerca di raccogliere quanti più cuori possibile.

Se utilizzi il Coach, puoi ripristinarlo nelle impostazioni dell’app.

Altrimenti puoi eliminare le vecchie settimane e le voci di peso nelle tue statistiche cliccandovi sopra.

Inviaci un’email a support.it@bodyfast.de o usa la funzione “Contattaci” nelle impostazioni dell’app.

Siamo felici di ricevere tue notizie.

Trova persone che la pensano allo stesso modo e scambia idee con migliaia di BodyFasteri nei nostri gruppi Facebook o sui nostri canali Instagram. Questa è pura motivazione!

Scopri di più su “Chi siamo”, il nostro team e la nostra missione in BodyFast qui.

8) Il Coach

Il tuo Coach è il tuo accompagnatore personale verso i tuoi obiettivi di perdita di peso e salute.

In base alle tue informazioni, l’algoritmo del Coach calcola il tuo piano personale di digiuno ogni settimana.

Tramite la variazione, il tuo corpo è costantemente esposto a nuovi stimoli. Ciò manterrà il digiuno efficace e la motivazione alta.

Inoltre, riceverai un Coaching quotidiano e attività settimanali su nutrizione, esercizio fisico e consapevolezza per ancora più motivazione e successo.

Puoi abbonarti al Coach mensilmente, puoi scegliere tra diversi piani.

Puoi vedere i prezzi esatti nella scheda Coach dell’app. Più lungo è il tuo abbonamento, più economico è il Coach.

Il programma Coach è il tuo viaggio molto personale verso una salute migliore e verso il tuo peso benessere. È ottimizzato per il tuo obiettivo e ti porta a destinazione nel modo più rapido e sostenibile possibile.

Nel tuo programma Coach puoi aspettarti una variazione efficace di diversi tipi di digiuno, su misura per le tue esigenze. Esistono anche programmi Coach speciali con focus su 16-8, 5-2 ecc., con i quali puoi sempre impostare nuovi stimoli senza cambiare la tua solita routine quotidiana.

In questo modo si prevengono gli effetti di abitudine e il ristagno.

Le sfide sono piccoli compiti nei settori nutrizione, esercizio fisico e consapevolezza. Ti aiutano a sviluppare abitudini sane e ti portano al tuo obiettivo in modo efficace e con ancora più divertimento e motivazione.

Il Coach suggerisce sfide che corrispondono ai tuoi progressi. Prima dell’inizio della tua nuova settimana di digiuno, puoi aggiungerli, sostituirli o eliminarli come desideri.

Con il Coach puoi prenderti un Giorno Jolly e fermarti 1 volta alla settimana, se necessario.

Tutti i periodi di digiuno in sospeso verranno quindi posticipati di un giorno.

Il Coach varia la durata e i periodi di digiuno ogni settimana per mantenere attivo il metabolismo. In questo modo il digiuno rimane efficace!

Per creare un piano, il Coach impara dai tuoi progressi e dalle recensioni settimanali. In questo modo il tuo piano diventa più individuale settimana dopo settimana.

L’algoritmo del Coach ti conosce meglio attraverso i tuoi progressi e le tue valutazioni e adatta il tuo piano di digiuno sempre meglio alle tue esigenze.

Alla fine della settimana, valuta il tuo piano nel modo più preciso possibile e registra regolarmente il tuo peso.

Ricorda che “molto aiuta molto” non si applica al digiuno intermittente. Più importante è la continuità e la variazione dei piani per raggiungere realmente i tuoi obiettivi. Il Coach ti aiuterà.

Il tuo Coach progetterà il tuo piano in modo che tu possa raggiungere il tuo obiettivo nel miglior modo possibile.

Se i tempi di digiuno non si adattano, puoi modificare il tuo piano di digiuno con il Pianificatore o inserire un Giorno Jolly.

Tuttavia, cerca di attenerti il più possibile al piano originale.

È particolarmente importante che i principianti abituino delicatamente il corpo al digiuno. Anche se cambi il programma del Coach, i giorni senza digiuno rendono il cambiamento più facile.

Anche per i BodyFasteri esperti, una breve pausa può avere un effetto positivo sul metabolismo!

Load More